• Facebook
Consultazione Archivi

DOMANDE DAL 15 SETTEMBRE - CHIUSURA ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12 DEL 7 NOVEMBRE. PREMIALITÀ PER NIGUARDA, AUTOIMPRENDITORIALITÀ FEMMINILE, NUOVE IMPRESE ARTIGIANE

Bando "Metter su Bottega": agevolazioni a Milano per la nascita di nuove imprese in periferia

Valorizzare, animare e far crescere i quartieri grazie all’apertura di nuovi laboratori artigianali, imprese commerciali o di servizi e nel contempo incentivare l’autoimprenditorialità femminile. Questo l’obiettivo del bando “Metter su Bottega” del Comune di Milano. Il bando del Comune destinerà 1,4 milioni di euro a favore di aspiranti imprenditori che intendono costituire una nuova micro o piccola impresa (classificazione di cui al regolamento CE 651 del 2014) nei quartieri di Adriano, Baggio, Barona, Bovisa, Bruzzano-Comasina, Cagnola-Villapizzone, Calvairate, Corvetto, Crescenzago, Giambellino-Lorenteggio, Gratosoglio, Greco, Lambrate-Ortica, Niguarda-Cà Granda, Olmi-Muggiano, Ponte Lambro, Quarto Oggiaro, Quinto Romano, Ronchetto sul Naviglio, San Siro, Spaventa, Stadera, Taliedo-Morsenchio, Vialba-Certosa, Vigentino-Chiaravalle-Quinto Sole.

Il bando "Metter su Bottega" assegna premialità per: l’autoimprenditorialità femminile; l’area territoriale di Niguarda; le nuove imprese artigiane.

Domande per il bando "Metter su Bottega" dal 15 settembre. 

Chiusura entro e non oltre le ore 12 del 7 novembre.

La modulistica di partecipazione al bando viene pubblicata entro il 10 settembre. Le agevolazioni sono concesse in regime de minimis (di cui al regolamento CE n.1407 del 2013). La domanda di agevolazione dovrà essere presentata al Comune di Milano nel periodo compreso tra il 15 settembre e le ore 12 del 07 novembre esclusivamente in formato cartaceo, tramite consegna a mano o raccomandata con avviso di ricevimento (farà fede la data di ricevimento e non la data di spedizione).

A partire dal 10 settembre, il Comune di Milano e la Fondazione Welfare Ambrosiano, attiveranno un servizio gratuito di pre-istruttoria per la verifica della regolarità e completezza formale della domanda di agevolazione. E’ possibile accedere al servizio inviando una mail per una richiesta di appuntamento all’indirizzo mettersubottega@fwamilano.org entro e non oltre il 30 ottobre 2018.

Sono previste due misure di sostegno economico all’avvio delle nuove attività. La prima: un finanziamento a fondo perduto sino al 25% della spesa complessiva oltre a un finanziamento a tasso agevolato per l’altro 25% per un ammontare complessivo non superiore a 50mila euro a progetto. La seconda: un accesso facilitato al credito per il restante 50% dell’investimento richiesto per l’avvio del progetto grazie all’istituzione di un fondo di garanzia attivato dal Comune di Milano.

Le idee imprenditoriali verranno giudicate da un’apposita commissione sulla base della sostenibilità economica e valutando come i progetti incidano e si integrino con la vita del quartiere prescelto. Resteranno esclusi dal bando progetti d’impresa che includono sale giochi o scommesse, vendita di alcolici e superalcolici in orari notturni (offerta da realtà diverse da bar o pub che svolgono invece anche funzioni aggregative per anziani o giovani) nonché articoli per adulti a sfondo erotico.

Le domande verranno valutate con procedura “a punteggio” attraverso:

  • Criteri di merito specifici relativi a: fattibilità del progetto (da 0 a 5 punti); qualità dei soggetti proponenti (da 0 a 5 punti); grado di innovazione (da 0 a 2 punti) e impatto sociale (da 0 a 3 punti).
  • Premialità  aggiuntive relative a: imprese femminili (2 punti); sede di attività nell’area territoriale “Niguarda” (3 punti); nuove imprese artigiane (3 punti).

Non saranno agevolati i progetti che otterranno un punteggio complessivo inferiore a 10 punti in base ai criteri di merito specifici. 

 

Vi ricordiamo che il bando e' rivolto esclusivamente ad aspiranti imprenditori che intendono avviare una nuova attività e non ad imprese già costituite.

 

Confcommercio Milano: passo concreto per il rilancio delle periferie – Il progetto Niguarda quartiere test comincia a prendere forma

Da Confcommercio Milano è positiva la prima valutazione del provvedimento. In particolare è importante la scelta di portare avanti il progetto Niguarda, un passo iniziale dell’idea di concentrare gli sforzi su un’area test per verificare l’efficacia di una pluralità di azioni di diversi soggetti privati e istituzionali.

“In occasione del confronto, nella nostra sede, con il sindaco Sala – ricorda Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano – avevamo lanciato la proposta di un impegno particolare attraverso un test su un quartiere della periferia per rendere visibili i miglioramenti e realizzare un modello di riferimento utile per tutto il territorio. Proposta subito accolta dal sindaco che aveva indicato l’area di Niguarda. Il bando ‘Metter su Bottega’ è un primo riscontro significativo nella direzione di questo progetto. Il rilancio delle periferie è possibile con uno sforzo condiviso fra pubblico e privato che tenga conto di più elementi: sostegno alle imprese, sicurezza, decoro urbano, più attrattività con la creazione di eventi, e più infrastrutture”.

Data ultimo aggiornamento: 30/08/18
Categoria: News